Bitches Brew – Miles Davis

 19,12

Bitches Brew, doppio vinile di Miles Davis che fonde il jazz al rock creando un caos logico e unico nella storia.

Categoria:

Descrizione

Bitches Brew è un doppio vinile del 1970 che Miles Davis pensò profondamente.

I brani sono complessi, nessun ritmo facilmente orecchiabile, un’interpretazione che resta aperta a qualsiasi cambiamento.

Non è facile ascoltare queste composizioni jazz, eppure allora ebbero un notevole successo di pubblico al punto da consentire a Miles Davis di vincere il Grammy Award, successo poi ripetuto nel 1999 col premio alla carriera.

C’è molta America popolare in questo sound, e molto Miles Davis, fu lui stesso ad ammettere che queste musiche erano costruite quasi in modo casuale: “I musicisti rock hanno successo senza nemmeno sapere cosa suonano, così faccio anche io”.

In realtà il caos di Bitches Brew è molto più organizzato di quanto non si pensi.

Con questo disco Davis rilancia il jazz che era in sofferenza e anzi lo fonde con i ritmi nuovi creando lo stile “jazz-rock”.

Tracce disco 1

  1. Pharaoh’s Dance – 20:07
  2. Bitches Brew – 27:00

Tracce disco 2

  1. Spanish Key – 17:30
  2. John McLaughlin – 4:23

Tracce disco 3

  1. Miles Runs The Voodoo Down – 14:03
  2. Sanctuary – 10:54

Video live del brano Bitches Brew

Informazioni aggiuntive

Artista

Etichetta

Columbia Records

Genere

Numero dischi

2

Sottogenere

, ,

Ti potrebbe interessare…

Bitches Brew - Miles Davis
Bitches Brew – Miles Davis
 19,12