Closer – Joy Division

 19,59

Closer, secondo e ultimo album degli Joy Division, seguito alla morte per suicidio del leader Ian Curtis.

Categoria:

Descrizione

Closer nasce dal dolore e da uno strappo lacerante: il leader degli Joy Division, Ian Curtis, si era suicidato appena due mesi prima cancellando per sempre un astro nascente del gothic rock.

Il gruppo reagì al trauma producendo e registrando in tempi record questo disco, che arrivò sul mercato nell’estate 1980, ben consapevole comunque che sarebbe stato il secondo e ultimo lavoro.

L’accordo che avevano stipulato imponeva di sciogliere la band in caso di abbandono, o morte, di uno dei membri.

Un disco ambivalente come era Curtis, perché esprime testi lugubri, tristi e malinconici ma realizzati in un clima di allegria che gli stessi musicisti definirono “molto divertente”.

Una gioia, che ironicamente è pure nel nome della band (Joy), che però non traspare mai nemmeno dal sound.

Tracce

  1. Atrocity Exhibition – 6:07
  2. Isolation – 2:53
  3. Passover – 4:47
  4. Colony – 3:56
  5. A Means to an End – 4:08
  6. Heart and Soul – 5:52
  7. Twenty Four Hours – 4:26
  8. The Eternal – 6:07
  9. Decades – 6:10

Video live del brano Colony

Informazioni aggiuntive

Artista

Etichetta

Factory Records

Genere

Numero dischi

1

Sottogenere

,

Ti potrebbe interessare…

Closer - Joy Division
Closer – Joy Division
 19,59