Sabbath Bloody Sabbath – Black Sabbath

 27,24

Sabbath Bloody Sabbath, un album che porta i Black Sabbath a una sperimentazione verso il progressive rock.

Categoria:

Descrizione

Un titolo che resta avvolto nel mistero, testi durissimi e un rock sempre più vicino alle sperimentazioni sintetiche: sono gli “ingredienti” che nel 1973 portano alla nascita di Sababth Bloody Sabbath.

Il quinto lavoro della band Black Sabbath nasce forse dallo storpiamento del titolo del film Sunday Bloody Sunday di John Schlesinger oppure dal ricordo di un grave fatto di cronaca passato alla storia come la domenica di sangue, avvenuto in Irlanda del Nord nel 1972, in cui l’esercito sparò contro la folla di manifestanti cattolici a Derry, uccidendone 14.

La band gioca col nome “sabbath” al posto di “sunday” ma racconta ugualmente i disagi del tempo, accompagnandoli da nuovissimi sound.

Il progressive rock utilizza frasi mantra e sintetizzatori per accentuare il “graffio” musicale e i Black Sababth cavalcano perfettamente quell’onda rivoluzionando il proprio stesso stile.

Brani unici come Killing Yourself to Live o Sabbra Cadabra ne sono un esempio.

Tracce

  1. Sabbath Bloody Sabbath – 5:45
  2. A National Acrobat – 6:13
  3. Fluff – 4.09
  4. Sabbra Cadabra – 5:57
  5. Killing Yourself to Live – 5:41
  6. Who Are You? – 4:10
  7. Looking For Today – 5:01
  8. Spiral Architect – 5:31

Video del brano Sabbra Cadabra

Informazioni aggiuntive

Artista

Etichetta

Warner Music Group

Genere

Numero dischi

1

Sottogenere

, ,

Ti potrebbe interessare…

Sabbath Bloody Sabbath - Black Sabbath
Sabbath Bloody Sabbath – Black Sabbath
 27,24